I nuovi smartphone di casa Google, Nexus 5X e Nexus 6P,  saranno i primi device della gamma Nexus ad introdurre la possibilità di disinstallare alcune delle applicazioni  prioritarie  di Big G, meglio conosciute come Google Apps, preinstallate all’interno del dispositivo.

Ad annunciare la novità è stato Dave Burke, uno dei vicepresidenti di Google, durante la conferenza stampa tenutasi nella giornata di ieri dichiarando di aver ridotto il numero delle applicazioni  preinstallate all’interno dei dispositivi per offrire agli utenti un’esperienza d’uso più semplice ed immediata.

Grazie al nuovo sistema, ideato da Google, sarà possibile rimuovere un quarto delle  Google Apps preinstallate, come se fossero normali applicazioni installate dal market, perché verranno  spostate in un nuovo processo d’installazione dopo il primo riavvio del dispositivo.

Le applicazioni che potranno essere eliminate dall’ utente sono: Google Docs, Fit, Google+, Keep, News, Play Books, Fogli, Presentazioni e Meteo.

Per ovvie ragioni che tutti noi possiamo immaginare sono state escluse: Orologio, Gmail, Telefono, Play Store e Impostazioni, che non potranno essere rimosse.

 

La scelta fatta da Google della riduzione del numero delle applicazioni preinstallate consentirà così all’utente di scegliere quali app ritenere indispensabili per il proprio terminale e quali no. A trarne vantaggio in termini di spazio saranno soprattuto coloro che opteranno per l’acquisto del  Nexus 5x nella versione da 16GB.

Ci sarebbe piaciuta una maggior scelta, ma come diceva il saggio: “ Chi si accontenta gode “, meglio di niente è. Che ne pensate?

Fateci sapere cosa ne pensate commentando l’articolo in basso e sulle nostre pagine social: Google+, Facebook e Twitter.

Huge love for Android